TALKS SLIDINGDOORS 2016 – Eugenio Finardi e la sua “Musica Ribelle”  ospiti d’eccezione per raccontare le “GENERAZIONI”

Una serata, cinque TALKS con protagonisti della musica e dell’economia, della scienza e della “cultura d’impresa”, del terzo settore e della comunicazione.

L’appuntamento è promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Verona in collaborazione con il Consiglio Nazionale Ingegneri

Verona, TEATRO RISTORI – GIOVEDI’ 27 OTTOBRE 2016 ORE 18

________________________________ ________

INGRESSO LIBERO

Aperte le prenotazione on line al sito EVENTBRITE

______________________________________

thumbnail_slidingdoors-2016-flyer2Torna a Verona il prossimo 27 ottobre al Teatro Ristori dalle ore 18 la seconda edizione dell’evento Talks Slidingdoors 2016, il roadshow ideato dal Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) come progetto culturale per aprire il mondo dell’Ingegneria alla società. Realizzato e promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Verona, l’evento è un appuntamento della V edizione della rassegna culturale Open. Ingegneri aperti alla città, con il patrocinio – tra gli altri – della Provincia e del Comune di Verona.

Perché Slidingdoors – Come le porte scorrevoli che si aprono (e si chiudono) inaspettate nella vita, cambiando un percorso altrimenti segnato, i TALKS di Slidingdoors danno voce a idee, persone, progetti ed eccellenze di differenti ambiti che si confrontano e creano imprevedibili relazioni di valore per l’ingegneria italiana. L’arte della professione è infatti quella di portare a sintesi più territori della conoscenza: visione e azione, scienza, tecnica e umanesimo.

IL TEMA – Dopo aver indagato lo scorso anno il CONFINE, l’edizione 2016 affronta il tema e l’universo “GENERAZIONI” riprendendo, quale filo rosso della serata, l’interrogativo che il filosofo Remo Bodei aveva posto nel suo saggio Generazioni. Età della vita, età delle cose (Laterza, 2014). Il nostro tempo ha indebolito i legami sociali e la fiducia tra le generazioni. Si potrà introdurre un nuovo, più equo e lungimirante patto intergenerazionale?

Cinque i relatori – protagonisti della cultura e della musica, dell’economia e della scienza, della consulenza d’impresa, del terzo settore e della comunicazione – che saliranno sul palco del Ristori per consegnare al pubblico veronese una risposta a partire dalla propria esperienza personale e professionale.

Giovani e lavoro: aspettative, speranze e delusioni; le sfide e il futuro della Ricerca in Italia; l’impegno sociale e umanitario per la difesa dei diritti dei bambini; il passaggio intergenerazionale nelle imprese a conduzione familiare. E ancora i valori, le inquietudini e i bisogni delle persone comuni e la denuncia delle contraddizioni di questa nostra società globalizzata, tra musica e parole.

Molte le istantanee che verranno mostrate per raccontare le “GENERAZIONI”, ma unico il filo rosso sotteso: la lucida disanima di una realtà per nulla rosea non intende abdicare alla speranza in un cambiamento futuro.

efinardi_flyerL’OSPITE – Alla vigilia del lancio del cofanetto “40 ANNI DI MUSICA RIBELLE”, ospite straordinario della serata sarà Eugenio Finardi, che da 40 anni, appunto, – grazie ad una libertà espressiva aperta alle contaminazioni – racconta più generazioni con un linguaggio che sa parlare e “attraversa” pubblici profondamente diversi per età e formazione. Ieri come oggi. Guru della Musica Ribelle e indipendente – versatilità artistica allo stato puroFinardi ha fatto suo il coraggio di affrontare i temi che toccano la radice e l’identità dell’uomo e che restano, pertanto, di grande attualità. Lo spunto è sempre quello della vita reale: una denuncia che scaturisce dalle contraddizioni della cronaca contemporanea che le sue canzoni hanno saputo interpretare, fin dal suo esordio musicale.

arosina-flyer_smallI RELATORI – Accanto a Eugenio Finardi i contributi di Alessandro Rosina, professore di Demografia e Statistica sociale alla Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano, dove dirige il Dipartimento di Scienze statistiche e il “Center for Applied Statistics in Business and Economics”. Rosina è coordinatore dell’’indagine “Rapporto giovani” dell’Istituto G. Toniolo, la principale rilevazione continua italiana sull’universo giovanile.


idecimo_flyerIlaria Decimo
, ricercatrice biotecnologa in farmacologia e neurobiologia all’Università di Verona.  Dopo aver svolto attività di ricerca in centri di eccellenza internazionali, Ilaria è tornata in Italia e oggi guida il suo gruppo di ricerca nel laboratorio di Farmacologia dell’Università di Verona per proseguire gli studi sulle sue nuove importanti scoperte che riguardano i meccanismi rigenerativi del cervello.

pferrara_fleyrPaolo Ferrara, lavora nel terzo settore dal 1998 dove ha ricoperto ruoli negli ambiti del fundraising, della comunicazione e dell’ufficio stampa in alcune delle più accreditate realtà italiane e internazionali. Dal 2007 è responsabile comunicazione, coordinatore attività di marketing e raccolta fondi di Terre des Hommes Italia, movimento a difesa dei diritti dei bambini.

fcesaro_smallFranco Cesaro, titolare dello studio di consulenza Cesaro & Associati dal 1986, è formatore, ricercatore e consulente nel sostenere lo sviluppo generazionale delle imprese a capitale familiare. Docente all’Università Statale di Milano nell’area Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni, si occupa, in particolare, di studi e ricerche nelle relazioni corpo-mente e della definizione del ben-essere.

thumbnail_slidingdoors-2016-flyer2IL FORMATTALKS Slidingdoors racconta le migliori esperienze dei territori declinato, di volta in volta, in differenti approcci. E’, in particolare, una sezione del CONCORSO DI IDEE SCINTILLE (CNI – www.cniscintille.it), nato con l’obiettivo di aprire alla città e alla società il mondo dell’ingegneria attraverso la narrazione. Idee, persone, progetti ed eccellenze di differenti ambiti che si confrontano e creano relazioni di valore per l’ingegneria italiana. L’arte della professione è infatti quella di portare a sintesi più territori della conoscenza: scienza, tecnica, umanesimo, visione e azione.

E’ uno strumento per far sì che il network degli ingegneri diventi officina per la valorizzare del sapere multidisciplinare che può migliorare la qualità della vita attraverso la sintesi tra la “cultura tecnico-scientifica del come” e la “cultura umanistica del perché”.

I PARTNER E SPONSOR DELL’EVENTO – Promosso in partnership con l’Accademia di Belle Arti di Verona, l’appuntamento è stato realizzato grazie al sostegno di importanti partner: Emozione3, AGSM e Mediolanum Private Banking Roberto Bussola. Si ringraziano in particolare anche il Ristorante Arche, e l’Hotel Trieste di Verona e il magazine Pantheon di Verona, media partner dell’evento.

LA RASSEGNA CULTURALE OPEN – Dallo scorso anno Slidingdoors è stato inserito tra gli appuntamenti di Open. Ingegneri aperti alla città (www.ingegneriverona.it), la rassegna culturale promossa dall’Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia – oggi alla V Edizione – realizzata in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Verona e l’Archivio di Stato con il patrocinio del Comune di Verona, della Provincia di Verona, CNI, FOIV (Federazione Ordini Ingegneri del Veneto), Collegio Ingegneri di Verona, VeronaNetwork, Ufficio Scolastico Territoriale XII – Verona, Verona Innovazione – t2i e Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere. Accanto al supporto di enti e istituzioni cittadine che ne hanno condiviso l’iniziativa: Società Letteraria di Verona, Circoscrizione 5 del Comune di Verona, CTG, CTG Un Volto Nuovo e Consorzio Verona Tuttintorno.

L’evento TALKS SLIDINGDOORS è a ingresso libero, fino ad esaurimento posti con prenotazione on line al sito EVENTBRITE.

 

Guarda i video dell’edizione 2015 dedicata al “CONFINE”