DSC_1015

TALKS SLIDINGDOORS 2017 – ANTONELLA ANDRIANI, L’INNOVAZIONE NON SI IMPROVVISA MA SI IMPARA

#creativitaeinnovazione

Designer, Antonella Andriani progetta, scrive e insegna. Sviluppa programmi di design strategico finalizzati alla progettazione di soluzioni innovative, dal design di prodotto alla comunicazione visiva. Consigliere del Direttivo Nazionale ADI, l’Associazione per il Disegno Industriale che conferisce il Premio Compasso d’Oro, è Vice Presidente ADI Lombardia. Dal 2009 insegna nella Scuola di Design dell’Accademia di Belle Arti di Verona dove coordina il Dipartimento di Progettazione e Arti Applicate.

Voglio fare il creativo, ma i miei genitori dicono che non è un vero lavoro. Design, creatività, innovazione sono parole che affollano i discorsi della nostra quotidianità, anche se non sempre ne comprendiamo il significato più appropriato. Dire che una cosa è “di design” gratifica chi ne parla, ma spesso è la manifestazione di quanto poco si conoscano una disciplina e una professione che sono cruciali per lo sviluppo della nostra società e dell’economia del nostro Paese.

L’Uomo è un essere progettante e tutti progettano: la propria giornata, un viaggio, un figlio, ma essere creativi di professione significa applicare pratiche e metodologie specifiche con il fine ultimo di migliorare la vita degli uomini con nuovi prodotti, nuovi servizi e, più in generale, con soluzioni migliori di quelle esistenti.

L’“essere creativi e innovativi” non è una dote innata, ma un’attitudine supportata da discipline progettuali, scientifiche, tecnologiche, artistiche, storiche e sociali: competenze che da anni trasferiamo ai tanti giovani appassionati e determinati che studiano nell’Accademia di Belle Arti di Verona per migliorare le nostre vite.